ORIO BIKE cycling team

Vai ai contenuti

Menu principale:

REPORT 2019

FRANCIGENA MTB CUP

3° TROFEO VANZINI WINE CHE GARA!!!
LOCATION, PERCORSO ED ORGANIZZAZIONE ECCELLENTE


Domenica 23 giugno e' andata in scena l'8° prova della FMC2019 a San Damiano al Colle, nel cuore dell'oltrepo' pavese.
Evento promosso dall'asd di casa San Damiano con l'appoggio del team Tidon Valley Ciclosport, gran lavoro messo in campo.
Percorso ottimanmente studiato e preparato, dopo gara altrettanto, particolari che ne han fatto una vera e propria festa, sotto ogni punto di vista, tutto si e' svolto al meglio evidenziando ancora una volta lo stretto connubbio tra sport, tradizioni e promozione del territorio.
La gara si e' svolta su un circuito ben allestito, limitrofo l'az. vinicola Vanzini, ospitante l'evento.

Dati alla mano, 7 km da ripetere per 4 giri, con un dislivello di circa 200mt a giro.
Percorso nello specifico, suddiviso in 3 settori, il primo tra strade bianche e sentieri scorrevoli, per certi aspetti anche veloce, con variazioni di pendenza continui ma non importanti, la parte centrale piu' tecnica, tanti single track ricavati nei sottoboschi ed un terzo settore parte finale con protagonista la salita, dal fondo valle una scalata all'arrivo, una salita panoramica di 2 km suddivisa in 2 tratti, con una pendenza media importante spece il secondo che porta all'arrivo.

Ad onorare gli organizzatori sono 100 i biker in griglia, partenza per categoria, dai piu' giovani in su' come di consuetudine per facilitare le fasi iniziali di gara nell'immissione degli atleti nel percorso.
Sin dalle prime battutte e' una vera e propria “battaglia agonistica”, il primo giro inizia con il forte ritmo impresso dagli Junior-eliteman Bossi, Rizzotto, Bergamini e poi Delledonne, quest'ultimo senior 2-M2 che raggiunge i tre junior a meta' del primo giro.

Da dietro a dar loro la caccia con una rimonta forsennata sono Paniz team Spacebike, categoria veterani 1-M3 e  Tacchinardi del Bike & run, veterano 2-M4.
Tempi record alla prima tornata, a meta' del secondo giro per la coppia inseguitrice e' fatta, arrivano sulle ruote sul gruppo di testa, recuperando cosi il distacco, un minuto circa, tempo dato dalla particolarita' della partenza scaglionata tra le categorie.
Si arriva nella parte tecnica, Paniz e Tacchinardi si mettono in testa e allungano, nei single track “volano” e  iniziano la risalita verso l'arrivo sempre a “tutta”,con una manciata di secondi di vantaggio.

Passa il terzo giro e si arriva al suono della campana, che annuncia l'ultimo giro, il vantaggio della coppia Paniz-Tacchinardi resta invariato, circa 2 minuti, i giochi sono quasi fatti.
Nel finale Tacchinardi allunga, prende una manciata di metri su Paniz che gli valgono il traguardo, mentre la lotta tra i quattro inseguitori la vince Bergamini del team Cicli Maggioni.

Per la gara femminile, 5 atlete al via, al secondo giro in testa il gruppetto Patrizia Lepre del team Passione Bici donne B , la seconda in ordine sulla sua ruota e' Sesenna Federica, atleta  del team Lugagnano off road, categoria donne A.
Federica non molla raggiunge Patrizia,  poi la “stacca”, alla fine del terzo giro se ne va, prende vantaggio, e' in forma e il percorso le si addice, la sua e' la miglior prestazione di categoria ed in assoluto femminile di giornata.

Su un percorso cosi, che ha messo a dura prova ogni abilita' atletica e tecnica,  per la specialita' cross country molto completo, ogni piazzamento e' stato ampiamento ben meritato, per senior 1-M1 vince Stani Matteo del team Rcr-Pianeta bici, per i senior 2-M2 ottima performance di Riccardo Delledonne del Lugagnano off road, per i veterani 1- M3 Paniz Luca team Space bike, veterani 2-M4 Tacchinardi Gabriele vince la categoria e miglior prestazione in campo.

Nelle restanti categorie nei gentlemen 1- M5 primo posto per Pastorelli Diego del San Damiano, Omodei Franco Gs Al Gom vince la categoria gentlemen 2-M6, super A-M7 si impone Lemoni Lorenzo del team Senza Freni mtb, negli M8 Piccinotti Adelino team Gs Al Gom.

Premiazioni come di rito contornate da un bel ristoro, con degustazione di vini, salumi e un ottimo risotto cucinato in loco, una festa che si e' protratta a lungo dopo l'arrivo.

Le classifiche complete sono consultabili dalla pagina facebook Francigena mtb cup, con tutte le foto dell'evento.
La Francigena 2019 e' cosi a tutti gli effeti entrata nelle fasi finali, solo due prove al termine.

Annullata la gara di Bacedasco per problemi organizzativi, come da comunicato pubblicato nelle scorse settimane,  penultima prova FMC prima del gran finale di Mareto, sara' in data domenica 21 luglio, il “4° G.P. Tecnoforniture”, in localita' Cascinotta di Rizzolo, San Giorgio Piacentino, alle porte della Valnure.



10° TROFEO COLLI BANINI 7° ROUND FMC2019
LA GARA DEI COLLI BANINI ESALTA I GIOVANI BOSSI-RIZZOTTO
E UN FORMIDABILE PASQUALI


Domenica 9 giugno i Colli Banini di San Colombano al Lambro sono stati il palcoscenico della 7° prova della Francigena 2019, la 10° edizione dell'evento “Trofeo Colli Banini”, evento progettato dall'asd Orio Bike, con egida ente Csain Lodi.
Quando sotto le ruote ci sono i Colli Banini di San Colombano al Lambro,l'atmosfera
e' sempre carica d'adrenalina pura, molti la vivono come la gara di “casa”, a cui tengono molto, essendo gli stessi colli meta prediletta di uscite ed allenamenti di moltissimi biker,  luoghi che per la morfologia territoriale che si appresta in modo eccellente alla pratica ciclistica della mountain bike - cross country.

Una giornata con poco sole, sin dalle prime ore mattutine, nuvole minacciose in lontananza sembrano presagire i temporali.
La gara si e' svolta su un percorso di 7 km, 4 giri, per tutte le categorie, con un dislivello complessivo affrontato poco superiore agli 800 metri.

Partenza ore 10 come sempre scaglionata tra le categorie, subito al primo giro dai tempi  senza ombra di dubbi il livello in campo, come di consuetudine, assai notevole.

Nei giovani junior al primo giro in testa la coppia Bossi-Rizzotto, repsettivamente team Tidon Valley Ciclosport e Cicli Maggioni, impromo un ritmo impressionante tanto da “staccare” i diretti avversari di categoria.
Dalle retrovie nessuno sembra in grado di andare a raggiungerli, pero' tra i veterani/M3, c'e' un certo Fabio Pasquali del team Iveco, loro lo conoscono bene e tirare troppo il fiato non sara' possibile, ogni distrazione potrebbe esser loro cara.

Nel contempo, iniza a piovere, pioggia non eccessivamnte intensa, fortunatamente non ha comportato alterazioni allo svolgimento della gara.
Bossi sempre davanti a “tirare”, rispecchiano nelle sue gesta un'ottimo stato di forma, per lui  in fondo e' la gara di casa abitando a un km dai colli, conosce ogni dettaglio del circuito, e' il suo campo d'allenamento.

Rizzotto alla sua ruota, forte atleta con fisico possente, lo sfrutta per tenere il ritmo alto e per studiare sopprattutto dove mettere le ruote nei tratti piu' impervi.
Inizia l'ultimo giro, attenzione Pasquali Fabio sta' per entrare in scena, li ha messi nel mirino ai piedi della Valbissera.

Vedere Fabio risalire la “Valbissera”, salita regina del circuito, a tutta e' qualcosa di straordinario, sta' per raggiungerli.
Composto, testa bassa sguardo fisso sugli avversari, spinge sui pedali rapporti per molti impossibili, tale che riesce scalare i 500 metri con pendenza media 12%, max 17%, in un solo minuto.
Allo scollinamento e' sulle loro ruote, siamo ai -3 km.
Sempre Bossi a tirare, anche nell'ultima discesa che porta sotto la salita dell'arrivo e' ancora lui a dare le traiettorie.
Arrivati ai piedi dell'arrivo, Bossi prova un allungo, prende qualche metro, ma non e' efficace e il duo Pasquali-Rizzotto lo riprendono.

Una salita quella che porta all'arrivo di 500 metri, ripida nel primo tratto, poi si attenua, nel mezzo un passagio in single track in un boschetto.
Risalgono, arrivano ai -200, Pasquali oltre esser un eccellente atleta, ha grande esperienza. Scatta, ne ha ancora nelle gambe, forse consapevole che per ragioni di spazio, a questo punto controbattere al suo attacco e' praticamente impossibile.

Il traguardo lo fa suo, lasciando Rizzotto a 3 secondi e Bossi a 7, tenendo in considerazione inoltre il tempo recuperato, di circa 1'e 30”, “gap” dato dalle partenza scaglionate tra le categorie, e' una grandissima prestazione.

Nelle donne, sono 4 al via tra le categoria, la migliore e' Lepre Patrizia del team Passione Bici Crema per le B, mentre nelle donne A e' Federica Sesenna del Lugagnano off road.
La classifica completa e' consultabile dalla pagina facebook Francigena mtb cup, con immagini e a breve sara' pubblicato il video della gara.
Nelle immagini, scatti di Sara Sangalli che l'organizzazione ringrazia sentitamente per il servizio professionale, il duo Bossi-Rizzotto, Fabio Pasquali, le donne Patrizia Lepre e Federica Sesenna.

La Francigena ritornera' tra 2 week end, il 23 giugno, si spostera' in Oltrepo' pavese a San Damiano al Colle per il 3° trofeo Vanzini Wine, 8° prova di calendario.
Organizzazione a cura dell'asd San Damiano.


4° TROFEO BONARDA DI ROVESCALA VINCE VIOLA IN VOLATA SU RIVA
6° prova Francigena finalmente un bel pomeriggio di sole


Sabato 25 e' endata in scena la 6° prova della Francigena mtb cup a Rovescala, finalmente dopo le ultime prove in condizioni meteo “quasi” proibitive, e' ritornato il sole portando con se' il buon umore tra gli atleti, ma sopprattutto buon umore tra gli organizzatori.
Evento promosso dall'asd Pedale Castellano, sempre un gran lavoro da parte degli organizzatori, meticoloso, ripagato con la partecipazione di circa 120 atleti al via.

Percorso di gara in circuito da ripere a senconda delle categorie, 6 o 4 giri, con un dislivello di 150 metri a giro.
Partenza dopo appello suddivisa in 2 maxi categorie, dagli junior-elitemen ai M4-veterani2, 6 giri, al seguito dopo una manciata di secondi gli M5-gentlemen1 con le restanti categorie,
4 giri di circuito per loro.
Partenza, risalita in centro paese, passaggio sotto l'arrivo, poi tutti in fila in uscita nel primo bosco, un po di pazienza, qualche piede a terra, poi sulla strada bianca fondo vallata il gruppo
si allunga.

La pianura qua e' dura trovarla, anzi non pervenuta, 150 metri di dislivello a giro che si fan sentire, un lungo falsopiano, qualche strappetto e 2 salite di almeno 400 metri.
Le salite, la prima a meta' percorso, con pendenza in alcuni tratti vicina al 15%, la seconda nel finale che porta all'arrivo, un po piu' “dolce”, un circuito che ha messo a dura prova tutti, facendo molta selezione.

E' il giovane Riva del Racing Team a prendere il largo, mettendosi in testa, al secondo giro guadagna un vantaggio sui piu' forti inseguitori di circa 30 secondi, il livello atletico in campo e' davvero elevato.

Giro dopo giro e' il terzetto Luca Paniz del team Space Bike, Tacchinardi Gabriele del Bike&Run e Viola Sergio del team Media Bike, a non concedergli altro terreno tenendolo sempre nel mirino, il forte Riva sembra non rallentare il passo.

Suono della campana, ultimo giro, si tenta il tutto per tutto in testa.
Viola del terzetto inseguitore sembra averne di piu', Riva rallenta e perde terreno, tale che a meta' della salita finale che porta all'arrivo, agli ultimi 500 metri Viola prende la sua ruota.
Entrano in paese insieme, Riva davanti, sale regolare ma negli ultimi 50 metri prima dello scollinamento, Viola esce dalla sua ruota e scatta, lo passa guadagna metri e per Riva non c'e' piu' spazio per controbattere, Viola taglia il traguardo aggiudicandosi  l'assoluta.

Dietro di loro Gabriele Tacchinardi terzo assoluto, mentre Luca Paniz e' quarto, perde terreno nel finale sul gruppetto di testa sotto la seconda salita, evidentemente non ancora in piena forma, reduce da un intervento importante alla schiena.

Nella sfida femminile, 7 donne al via,  si distinguono nelle  W1-donne A Resteghelli Linda team Passione Bici, categoria W2-donne B Tosato Karin asd Pavan Free Bike, nella giovani
EWS- donne Junior vince Casati Corinne dell'asd 2000 Ricambi.

Gara terminata in condizioni meteo e terreno perfetto, condizioni tanto sperate, viste le ultime prove, piena soddisfazione da parte dell'asd Pedale Castellano che ringrazia alle premiazioni tutti i partecipanti, gli sponsor sostenitori, la pro-loco locale e tutti i volontari che han collaborato per l'organizzazione dell'evento.
Classifiche complete consultabili dalla pagina facebook Francigena, con foto e riprese video.
Inoltre i report delle gare sono archiviati nel sito www.oriobike.altervista.org .

La Francigena ritornera' il 9 giugno, con una classica che quest'anno taglia un traguardo importante,la 10° edizione, l'evento e' il “Trofeo Colli Banini”.
Organizzazione a cura dell'asd Orio Bike, San Colombano al Lambro, contatti diretti mail Marco.tede1975@alice.it
cell 3480921130 Marco.
Le pre-iscrizioni sono aperte, invio i dati alla mail tageventi@virgilio.it.





2° RIVER TROPHY 2019
Ancora maltempo ma per Elia nessuno si arrende


Domenica 12 maggio la Francigena ha avuto palcoscenico Rivergaro, nota localita' piacentina della splendida Val Trebbia, per i biker un'altra giornata accompagnata ancora
da forte maltempo.
“Ti aspetti che in certe giornate il meteo potesse non esser dei migliori, ma questa e' la terza gara consecutiva, con pioggia e freddo e tutto sommato 3gare su 5 forse inizia ad esser troppo”.

A parlarne, poco prima della partenza, sono Maurizio e Fabio, registi di classifica e coordinatori del circuito Francigena,“mai come quest'anno il ciruito ha sopportato pioggia e fango in tale quantità, ci sono state situazioni difficili, come lo scorso anno a Mareto, dove la sera prima della gara, un temporale ha messo in criticità il percorso, abbiamo gestito in maniera, concedetemelo, esemplare la situazione e tutto filo’ per il meglio.
Ma questa volta ho creduto fosse veramente troppo, il fango di Villo' senza pioggia, dai, ci sta', la pioggia torrenziale di Crotta D'Adda in piano, con terreno sabbioso, abbiamo pensato la sopporteranno, vedervi partecipare ad una gara (la terza) sotto una pioggia che non ci ha lasciato un attimo di respiro, in un fango terribile, perlopiù su di un percorso cosi difficile, ci ha stupiti e sopprattutto ci ha emozionato”.

Gran lavoro per l'asd organizzatrice Vivo Sport, un grande gruppo guidato in primis da Alberto, Luigi, Ettore e Giuseppe, con al seguito circa 50 volontari.
Sveglia all'alba e ricognizione urgente sul percorso, per valutarne lo stato, dopo il forte temporale della serata antecedente e le piogge che han ripreso poi nella notte incessantemente.
Un percorso allestito sui colli circostanti la localita', tanta salita e tanta discesa, bellissimi passaggi panoramici, tra strade bianche e sentieri nascosti nei sottoboschi, una bellissima prova che in condizioni meteo “positive”, sarebbe stata un fiore all'occhiello, senza dubbi un “top event”.

Ricognizione effettuata e subito breefing, tutti concentrati sulla mappa per trovare possibili soluzioni, la macchina organizzativa  e' in moto e fermarla ormai e' tardi.
Dal percorso originario, in comune accordo, vengono esclusi alcuni tratti, mentre dal programma gara che prevedeva 2 giri, viene assunta la decisone sentiti gli atleti presenti, di effettuare un giro solo.
Sguardo al cielo, niente da fare nuvole e pioggia non lasciano scampo, ed i temerari ad attaccare il numero sono poco piu' di 60.

Ritrovo per i concorrenti presso la struttura comunale eventi, lungo Trebbia, scelta dall'asd organizzatrice ottimale dotata di ampio parcheggio, area ben attrezzata per ristoro finale, lavaggio bike, docce al centro sportivo poco distante in paese, semplicemente dotato di ogni confort tanto desiderato dai partecipanti.

Gara valida oltre che prova Francigena e seconda del campionato provinciale Csain mtb Paicenza, e' stata la gara nel ricordo del giovane di Elia Battini, figlio di Giuseppe noto ciclista di Rivergaro e Lucia.

Tutto il gruppo ha potuto conoscere Elia, trasferimento guidato dalla zona iscrizioni alla zona partenza, nel tragitto, il gruppo passando dal sottopasso a lui dedicato raffigurato mentre suona la sua amata batteria, e' stato omaggiato con un sentito ed affettuoso applauso.

Si parte dopo il consueto appello, tutti insieme, gli atleti, dopo un breve tratto sviluppato nel centro del paese, salita breve su asfalto ed e' gia' e' selezione, e' “battaglia” subito dalle prime pedalate.

Un percorso modificato, come anticipato dall'originario, la gara si e' sviluppata sulla distanza di 15 km con 550 metri di dislivello.
Solo qualche centinaio di metri “agibili” su asfalto per uscire dal centro abitato ed immettersi nello sterrato, ed ancora i biker come primo avversario da “domare”, ancor prima dei diretti biker in gara, e' il grande fango sotto le ruote.

Condizioni particolari che per molti puo' riservare “forti difficolta' ”, pioggia incessante, vento e temperatura tra i 5-6 gradi, per diversi atleti talvolta per una poca attitudine a terreno fangoso, causa notevoli difficolta', quel fango che minaccia pedalata dopo pedalata guai meccanici, il freddo nei muscoli, una somma di particolari negativi che impediscono di esprimere al meglio le proprie capacita' atletiche, particolari che talvolta costringono al ritiro.

Il dominatore e' Thomas Bergamini, giovane junior-eliteman esperto biker del team Bike&Fun, a cui pare non spaventi nulla, tale da giungere primo assoluto in soli 58 minuti, staccando di qualche minuto Stani Matteo, senior 1-M1 del team Rcr Pianeta bici, mentre chiude il podio dell'assoluta Vincenti Fabrizio, gentlemen 1- M5dell'asd F.lli Rizzotto.
Nelle categorie femminili,  4 atlete al via, nelle Donne A vince Linda Resteghelli team Passione Bici, donne B Lepre Patrizia sempre del team Passione Bici che stacca l'avversaria Adriana Grotti dell'Rcr Pianeta Bici.

Giunti all'arrivo, tutti di corsa alle docce, mentre i preparativi per il ristoro di contorno alle premiazioni di tappa iniziano grazie al supporto dell'associazione locale “Tramballando”, in appoggio al gruppo organizzatore.

Prende la parola per le premiazioni Alberto, organizzatore e leader dell'asd Vivo,
“Ringraziamo tutti i partecipanti della Francigena mtb cup Vivo Sport 2019, nonostante le condizioni avverse che hanno obbligato ad una modifica sostanziale del percorso, la gara è comunque stata dura e sempre sotto un incessante pioggia ma tutto si è comunque svolto fortunatamente senza inconvenienti, un applauso all’associazione Tramballando per la disponibilità, un ringraziamento a Maurizio, Fabio, Simona e Miriam, garanzia di affidabilità, ed un ringraziamento a tutti i volontari ed agli sponsor che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione, Elia sarà contento”.

“2°River Trophy memorial Elia Battini 2019”, una seconda edizione che agli organizzatori restera' a lungo impressa per i problemi organizzativi, per il gran lavoro, mentre ai partecipanti restera' nelle gambe per la fatica, il freddo, la pioggia incessante.
Restera' senza ombre di dubbi nella mente di tutti la voglia di ritornarci, per celebrare un'edizione prossima speranzosi che sia perfetta sotto ogni aspetto, una sorta di rivincita, perche' l'evento di Rivergaro “memorial Elia Battini” promosso dal gruppo Vivo Sport merita molto di piu'.

L'ordine d'arrivo completo e' consultabile dalla pagina facebook Francigena mtb cup, con foto dell'evento e altri reportage.
Dopo Rivergaro, per la sesta prova la Francigena approdera' sui colli dell'Oltrepo' Pavese
a Rovescala (PV), per la 4° edizione del “Gran Trofeo Bonarda di Rovescala”, in data sabato 25 maggio, organizzazione a cura dell'asd Pedale Castellano.

3° TROFEO ADDA 2019 UN'EDIZIONE EROICA
Pioggia e fango ma i biker non si arrendono


Il Trofeo Adda 2019, dopo due splendide edizioni baciate dal sole, la terza sara' ricordata principalmente per il meteo, probabilmente uno dei peggiori, pioggia, freddo e tanto fango.
Organizzazione a cura del gruppo Bike Adda, a cui va rivolto, indipendentemente da tutto, un grande applauso per l'impegno professionale messo in campo

Un bel team che non si e' fatto sfuggire affatto di mano la situazione, mantenedo nervi saldi e tanta pazienza, perche' si sa' in fondo, quando organizzi un evento, mettendoci l'anima per mesi cercando che sia tutto perfetto, poi suona la sveglia e ti ritrovi condizioni meteo fortemente compromettenti come quelle che si sono viste domenica a Crotta d'Adda, e' facile cadere nello sconforto e perdere completamente l'entusiasmo.

Evento calendarizzato come 4° prova del calendario FMC 2019, un'altra prova, dopo la scorsa di Villo',
i bikers della Francigena si son ritrovati ancora alle prese con il fango.
Pioggia, freddo e vento, sono queste le condizioni coreografiche degli ultimi preparativi in centro paese, uno sguardo sul percorso, ma purtroppo ormai tutto e' molto compromesso, la giornata e' esattamnete l'opposto di una tipica domenica di maggio.

Iscrizioni chiuse ed i biker a non arrendersi sulla riga di partenza sono 80.
Partenza in griglie di categorie, modalita' unica tra le stesse, giro di lancio in centro paese, passaggio sotto l'arrivo ed inizia cosi la “guerra” imboccando il percorso, ben disegnato nelle campagne limitrofe il piccolo borgo tra sentieri e strade bianche.

Altra giornata dura per gli atleti della Francigena, impegnati ancor prima che sugli avversari, a colpi di pedale devono fare i conti con lo stato del percorso di gara, con ampi tratti allagati e ricoperti di fango.
Fortunatamente da queste parti, per caratteristiche del percorso prettamente pianeggiante, se non qualche strappo, per la titpologia del terreno molto sabbioso, non si incolla alle ruote, tutto sommato all'arrivo, seppur con qualche ritardo, e' stato possibile arrivarci per tutti.

I migliori in campo, “maestri del fango”, in primis primo assoluto e primo di categoria per i veterani 1/M3 a prescindere, e' Fabio Pasquali del team Iveco, mentre secondo assoluto distanziato di qualche minuto Poloni Erik del team Paasione Bici di Crema, chiude il podio degli assoluti Abati Matteo asd Circolo Minerva,
della categoria veterani 1/M3.
Per le donne, 4 al via, prima assoluta Lepre Patrizia del team Passione Bici, categoria donne B.

Nelle restanti categorie femminili dominano per le donne A Linda Resteghelli team Passiona Bici, donne juonir Paulli Nicole team Castelleone mtb.
Vince nella categoria senior 1/M1 Romano Matteo asd Five Team, veterani 2/M4 Tacchinardi Gabriele del Bike&run Crema, gentlemen 1/M5 Vincenti Fabrizio della F.lli Rizzotto, gentlemen 2/M6 Carrara Paolo dell'asd Colognese Bike, super A/M7 Zappa Roberto asd Bike Bruciati, super B/M8 Piccinotti Adelino atleta dell'asd Gs Al Gom.
Infine per i giovani debuttanti Di Pietrantonio Marco dell'asd Kilometro zero boys, negli juonior/elitmen Gottarelli Davide dell'asd Colognese bike.

Dopo gara, doccia calda e tutti alle premiazioni, con ristoro pasta-party ben allestito per i concorrenti.
A prender la parola e' Eugenio, speaker e presidente dell'asd organizzatrice,
“oggi al 3* Trofeo Adda c'erano 80 partecipanti, forse non possiamo definirli semplicemente ciclisti amatoriali, per noi sono stati 80 gladiatori”, continua, “ avete dimostrato grinta, energia, forza e determinazione, nonostante  condizioni meteo nettamente sfavorevoli, per noi oggi vi siete meritati tutti il gradino più alto del podio, complimenti di cuore”.

Ruba il microfono Gian Luca, colonna portante del Bike Adda, che sente forte il bisogno di esprimere anche lui  tutta la sua gratitudine, “Grazie perché la vostra forza e il vostro coraggio in una giornata come quella di oggi, ci ha reso orgogliosi, non vanificando tutti gli sforzi e i sacrifici fatti per organizzare questa gara, vi aspettiamo il prossimo anno, sperando che non ci sia una stufa a pellet o una doccia a scaldarvi al termine della gara, ma un bel sole splendente.”

Ringraziamenti di rito, continua Gian Luca, “grazie alla protezione Civile , a Don Francesco per l’ospitalità  
all' oratorio, a tutti i volontari che hanno dato una mano, ai due cuochi Giulianone&Iuri per preparare il ristoro, agli sponsor che hanno sostenuto l'evento e per ultimo una menzione speciale ad Amedeo che senza il suo aiuto sarebbe molto difficile organizzare questa gara, grazie a tutti ci vediamo all'edizione 2020”.

Le classifiche complete sono consultabili dalla pagina Fb Francigena mtb cup, con foto e video.
Inoltre e' tutto catalogato nel sito dell'asd www.oriobike.altervista.org con lo storico delle gare.

Ora la Francigena chiuso il sipario a Crotta d'Adda, domenica 12 maggio ritorna subito sui campi di gara,
con la 5° tappa 2019, in localita' Rivergaro (PC),  val Trebbia.
Evento organizzato dalla asd Vivo Sport, denominato “ 2° edizione River Trophy memorial Elia Battaini 2019”, e' attivo il servizio preiscrizioni inviando i dati completi alla mail tageventi@virgilio.it, info organizzazione vivosportshop@gmail.com .

L' 8°Senna superbike apre la Francigena 2019 con ben 180 biker al via


Come se il meteo volesse scusarsi riguardo le condizione atmosferiche della passata edizione, per l'8 Senna Superbike di sabato 9 marzo e' una splendida giornata primaverile.
Sonoi 180 gli atleti accorsi da svariate regioni d'Italia tra le quali Toscana e Sicilia affrontano un percorso veloce, a ridosso degli argini, sentieri tra i boschi del fiume Po e strade bianche dal fondo secco e polveroso.
Da tre anni a questa parte, l'evento Senna superbike, organizzato dallo Sport Frog Senna (Csain Lodi) e' la gara d'apertura  del Circuito Francigena, accogliendo i numerosi biker nella piccola frazione Guzzafame, situata proprio sulla via Francigena.

La frazione attende con ansia la gara collaborando non solo nel presidio del percorso ma anche organizzando un ottimo ristoro dopo gara “terzo tempo”, dall'aria tutta nostrana.
Schierati in griglia e divisi per categorie, come da regolamento tecnico, gli atleti hanno iniziato la loro sfida contro il tempo, contro se stessi e gli altri senza darsi tregua spingendo sui pedali e mangiando polvere fino all'ultimo respiro, sino all'ultimo metro di gara.
Spettacolare la gara ad inseguimento dell'atleta Tacchinardi Gabriele (Veterano 2) della Bike and Run il quale, partendo nella quinta batteria, riesce a recuperare e a riprendere il giovane atleta della Cicli Maggioni Christian Rizzotto (Junior) partito in prima batteria e Matteo Stani del Team Rcr Pianeta bici (Senior 1).

Da segnalare la prestazione dei due atleti della Ciclimant's Racing Team Ricca Diego e Giampaolo Fappani, rispettivamente Gentleman 1 e Gentleman 2, e di Adelino Piccinoti della GS Algom passato per il primo anno alla categoria Supergentleman b che si sono aggiudicati il primo posto delle rispettive categorie girando praticamente con gli stessi tempi di atleti ben più giovani.

Ottima anche la presenza dei giovanissimi della categoria primavera: ad occupare il podio sono i portacolori della squadra organizzatrice che vede un vittorioso Matteo Morelli avere la meglio sui gemelli Cabrini Alberto e Lorenzo e sul giovane Oristi Enrico della New Motorbike.

Nulla da segnalare se non qualche incidente meccanico e qualche accidentale caduta, di cui caduta ne e' rimasto vittima il giovane Luca Noli del team F.lli Rizzotto, un'eccellente prestazione per lui, conclusa all'arrivo in volata, ma un contatto con un altro concorrente gli causa una forte caduta, un po di spavento ma nulla di grave, solo qualche botta che presto passeranno e potra' subito riprendere ad allenarsi.
A loro giovani promesse vanno i complimenti da parte di tutti gli altri partecipanti per l'impegno, la passione e la voglia di fare dimostrata.

Per quanto concerne la quota rosa, le donne al via erano nove distribuite fra Donna a e B: ad aggiudicarsi le relative categorie sono le due compagne di squadra Patrizia Lepre e Linda Restegelli del Team Passione Bici. Un applauso va a tutte le partecipanti per la forza e grazia dimostrata durante la competizione.

A nome di tutta la ASD SPORT FROG SENNA, vorremmo ringraziare non solo tutti i bikers accorsi, ma anche il comitato Csain Lodi, il Comune di Senna Lodigiana, i proprietari terrieri, gli abitanti di Guzzafame e le signore del bar di Guzzafame per la disponibilità e proverbiale aiuto, senza tutti loro, non sarebbe possibile realizzare un evento a tutto tondo.
Un ringraziamento speciale ai fotografi dell'evento, Sara Sangalli, Michela Costa e Emilio Battaini, inoltre su you tube e' possibile visualizzare il video della gara.
Le immagini,video e classifiche complete sono consultabili dalla pagina facebook Francigena mtb cup, nel sito dell'asd Orio bike www.oriobike.altervista.org  

La Francigena ritorna domenica 31/03/2019 con la seconda prova, sara' in scena la seconda edizione del “Cross Country Cascina Serafina”, evento promosso dall'asd Orio Bike.
Percorso collinare sui colli Banini di San Colombano al Lambro, sono già aperte le preiscrizioni con inoltro dei dati del tesserino all'email tageventi@virgilio.it.




Cross country Cascina Serafina, si conferma “top event” seconda edizione con 160 biker
Una bella giornata poi i furti alle auto rovinano la festa  


Domenica 31 marzo, in una bella giornata di sole, sui Colli Banini di San Colombano al Lambro,
la scena e' stata tutta per la 2° edizione della gara di mountain bike “Cross country Cascina Serafina”, seconda prova di calendario Francigena mtb cup.

A parlarne e' Tedeschi Marco, dell'asd Orio bike, asd organizzatrice dell'evento con Stefano Pluderi, titolare dell'azienda agricola location, “Abbiamo avuto l'idea di organizzare questa nuova gara lo scorso anno, qualcosa di nuovo, ed entusiasti della sua ottima riuscita, l'abbiamo riproposta anche quest'anno, impegno concretizzato domenica con un'ottima partecipazione di biker ad onorare il nostro lavoro, grazie a tutti i partecipanti, doveva esser per tutti una bella giornata, era tutto perfetto, ma quest'anno purtroppo siamo qua a parlare anche della manifestazione rovinata da furti messi a segno ad alcune auto di concorrenti durante la gara, ci dispiace tantissimo”.

La gara, specialita' cross country, si e' disputata su 5 giri su circuito limotrofo la location, sentieri e strade bianche tra prati e bei vigneti, con passaggi panoramici sopra la “bassa” pianura.

Come da programma consueto, partenze scaglionate tra le categorie, qualche manciata di secondi con breve tratto di lancio per facilitare le fasi iniziali, una bella sfilata di biker sotto al traguardo e il
“2° cross country cascina Serafina” finalmente prende il via.
Alto livello atletico in campo, sin dalle prime battute al primo giro tempi record, in testa gli junior Orsi Andrea del Team Metronotte e Christian Rizzotto dell'asd Cicli Maggioni dettano un ritmo altissimo,  seguiti a distanza ravvicinata da Molinari Andrea del team Polizia Milano e Burgazzi Alberto del team Gaga bike.

Terzo giro, siamo a meta' gara, Andrea Orsi attacca e riesce a mettere dei metri da Rizzotto costruendo una discreto vantaggio, vantaggio che lo condurra' alla vittoria finale di categoria e miglior tempo di gara, 23 km con 650 metri di dislivello coperti in 57 min e 29 secondi.

Nelle altre categorie i tempi non sono da meno, grande prestazione per i Senior/M1 di Stani Matteo Rcr Pianeta Bici ed Alloni Marco del team Cortefranca in “bagarre” con una serie di scatti infiniti, cercando di prendere vantaggio l'uno dall'altro.
Nel finale dell'ultimo giro scatto di Stani, guadagna qualche metro prima di entrare nella zona d'arrivo, metri che gli han valso la vittoria di categoria.

Il piu' “scatenato” dei Senior 2/M3 e' Diego Di Stasio, del team Rcr Pianeta Bici, una grande prestazione per lui, un'ottimo stato di forma ritrovato, tanto da permettergli la testa alla categoria per tutta la gara, arrivando alle spalle dei primi Junior recuperando il “gap” essendo partito con la modalita' di partenza scaglionata tra le categorie, dopo una manciata di secondi.

Nei vetrani 1/M3 si riconferma Viola Sergio, team  Media Bike, vincitore nella scorsa prima edizione, nei primi giri duello serrato con Rizzotto Claudio dell'Rcr Pianeta Bici, che poi cede il passo ma conclude con una buona prestazione, lasciandosi alle spalle un biker del calibro di Cesare Forcati.

A segno nelle restanti categorie, vererani 2/M4 l'incontenibile Tacchinardi Gabriele del Bike&run, nella categoria gentlemen 1/M5 Vincenti Fabrizio dell'asd F.lli Rizzotto, gentlemen 2/M6 Omodei Franco
del Gs Al Gom.
Nei Super A/M7 trionfa Carmelo Belcastro, del team Croce Verde Pavese, nei super B/M8 Guarnieri Claudio, del team F.lli Rizzotto.
I giovani primavera dello Sportfrog Senna sono protagonisti, vince Matteo Morelli, il piu' veloce sui 2 giri lasciando alle spalle il compagno di squadra Cabrini Alberto.

Per la gara femminile, sono ben 10 al via tra le due categorie donneA/B.
Per le donne A, la lotta e' tra Linda Resteghelli e Federica Sesenna rispettivamente team Passione Bici e Lugagnano off road.
Arrivo in volata tra le due, con vittoria di Federica Sesenna, mentre nelle donne B domina Patrizia Lepre del team Passione bici.  

C'e' una nota dolente, che fa molto male, come gia' citato inizialmente, sono state aperte diverse auto e messi a segno furti di oggetti personali, comprese due mtb, a parlarne e' Maurizio De Vecchi, regista del sistema di cronometraggio delle classifiche delle gare, coordinatore del circuito Francigena.

“Il pericolo di trovare la propria autovettura danneggiata, sottratti cellulare o portafogli e in alcuni casi anche la bici fa molto male, l'interesse del circuito è in una partecipazione sempre maggiore e serena, In un ambiente normale non ci si dovrebbe preoccupare del furto di portafogli o di bici, ma solo al divertimento. Sappiamo che il modo sicuro per evitare questi problemi non si troverà forse mai! però l'impegno di Francigena è che da subito verranno sensibilizzati su questo problema gli organizzatori delle prossime tappe, siamo certi che nel loro stesso interesse un tentativo di rimediare a questa situazione verrà, sicuramente intrapreso.
Nel contempo preghiamo tutti di lasciare NULLA di valore nelle autovetture, ringraziamo ancora tutti e ci dispiace un casino per quelli che hanno subito un danno. Grazie ancora per la partecipazione a Cascina Serafina”.

La classifica completa della gara e' consultabile dalla pagina facebook  Francigena mtb cup, con moltissime foto e nei prossimi giorni sara' pubblicato anche il video.
La Francigena ritornera'  il 25 aprile, con la gara' di Villo' (PC), trofeo “Sasso Nero del Nure”, evento promosso dall'asd Vigo bike di Vigolzone presso Cantine Romagnoli.



Si ringraziano per i professionali servizi fotografici Sara Sangalli, Fulvio Tonali ed Emilio Battaini, tutti i volontari e la piena disponibilita' della famiglia Pluderi per la promozione dell'evento.

A VILLO' LA 3° PROVA  FRANCIGENA INCORONA 130 EROI
3° G.P. SASSO NERO DEL NURE 2019 FORTEMENTE IMPEGNATIVA PER IL FANGO


Contro ogni difficolta', giovedi 25 aprile al 3° g.p. Sasso Nero del Nure, sono 130 i biker sulla linea di partenza, evento proposto dall'asd Vigo Bike di Vigolzone.
Le difficolta' nell'off-road, oltre i dettagli tecnici dei percorsi, l'intensita' elevata tipica della disciplina che richiede costantemente allenamenti ben mirati, che talvolta potrebbero mancare non garantendo appieno doti atletiche adeguate, puo' succedere che a mettere ulteriori “bastoni” tra le ruote ci si metta
lui,il “meteo”.
Il meteo all'edizione 2019 della classica prova di Villo' quest'anno non e' stato favorevole,  nei giorni antecedenti alla gara  piogge copiose han fortemente compromesso lo stato del terreno.

“Abbiamo messo in campo ogni soluzione possibile, parte del percorso specialmente nei sottoboschi, era ancora completamente allagata nella serata di martedi, tutto impraticabile”.
A parlarne e' Daniele Capitelli, presidente della asd organizzatrice Vigo Bike, continua, “abbiamo ridisegnato il circuito cercando di by-passare i punti piu' critici, stando nella parte alta tra i vigneti, purtroppo le piogge sono state copiose, qua il terreno e' particolarmente argilloso, drena poco e si incolla alle ruote a differenza dei terreni piu' “leggeri” ricchi di sabbia”.

Evento oltre che 3° prova della Francigena Mtb Cup, valido come  1° prova del Camp Piacentino Mtb per i tesserati ente Csain, ente patrocinante ed organizzatore della stessa Francigena.
I concorrenti, come gia' anticipato, hanno trovato notevoli dosi di fango che hanno reso il percorso assai duro ed hanno costretto gli organizzatori a deviazioni di percorso, ma ora veniamo alla gara.

Come di consueto, atleti schierati in griglie di categoria, partenza scaglionata tra le stesse di una manciata di secondi.
Partenza “a tutta”, stradina di ghiaia che sale e porta nella parte alta del percorso dove da li a pochi metri inizia la “lotta”, oltre che con gli avversari, con il “fango”.

Il primo giro si potrebbe anche considerare un “test” che per  i concorrenti e' servito per prenderne bene atto dello stato del terreno, perche' in situazioni cosi particolari tutto puo' succedere e cambiare.
Seppur con tempi fortemente“rallentati”, ma sempre molto performanti, a transitare sul traguardo primi degli junior, alla prima tornata delle 5 di gara sono la coppia Christian Rizzotto asd Cicli Maggioni e Thomas Bergamini del Bike&fun, seguiti da Andrea Orsi del team Metronotte Piacenza.
Inizia il secondo giro ed il fango inizia a mietere le prime vittime, una delle prime e' Daniele Scudellari, appiedato per rottura al cambio.

Dietro i piu' forti juinior avanzano i “big”, Diego di Stasio dell'RCR- Pianeta bici con in scia Fabio Pasquali team Iveco e Tacchinardi Gabriele del bike&run, rispettivamente categorie Senior-M2, veterano 1-M3 e veterano 2-M4.

Le difficolta' giro dopo giro aumentano in maniera esponenziale, tanto che i meno “abbienti” al fango sono costretti ad alzare bandiera bianca ed i ritiri iniziano ad essere notevoli per diversi motivi.

I vincitori di categoria, chi e' riuscito ad aver la meglio contro gli avversari ed il percorso per gli junior Thomas Bergamini del bike&fun, per i primavera Matteo Morelli dello Sportfrog, debuttanti Campagnoli Andrea Sportfrog, senior 1-M1 Stani Matteo dell'RCR- Pianeta bici, senior 2 -M2 Diego di Stasio team RCR- Pianeta bici, veterani 1 Fabio Pasquali team Iveco, veterani 2- M4 Tacchinardi Gabriele team Bike&run, gentlemen 1-M5 Vacchini Marco asd F.lli Rizzotto.

Nelle restanti categorie per i gentlemen 2-M6 vince Gianpaolo Fappani asd Ciclimants, super A-M7 Ferrari Francesco asd Lugagnano off road, super B-M8 Piccinotti Adelino asd Gs Al Gom.
Per le categorie femminili, si impone Linda Resteghelli Passione Bici nella donne A e nelle donne B Silvia Filiperti del
Lugagnano off road.

Il tutto si e' svolto fortunatamente senza incidenti, concludendo con il consueto ristoro ben allestito
alle premizioni finali.

“La competizione ha avuto comunque un buon esito”, a parlarne e' uno degli storici organizzatori durante le premiazioni, “buona partecipazione seppur con riconosciute notevoli difficolta' per gli atleti in gara, quest'anno anche per noi organizzatori e' stato ancor piu' complesso, ma puo' succedere, sappiamo perfettamente che non e' stato facile esser presenti, per questo vogliamo porgere un ancor piu' caloroso ringraziamento a tutti i concorrenti”.

Le classifiche complete con i servizi fotografici sono consultabili dalla pagina facebook
Francigena mtb cup e dal sito www.oriobike.altervista.org
Si ringraziano per i report fotografici professionali Fulvio Tonali, Sara Sangalli e Gabriele Tosi.

La Francigena ritornera' con la 4° prova a Crotta D'Adda (CR), domemica 5 maggio con il trofeo Adda, evento promosso dall'asd di casa Bike Adda.

Torna ai contenuti | Torna al menu